Cos’è l’ortodonzia invisibile?

Possiamo definire l’ortodonzia invisibile come la tecnica odontoiatrica finalizzata per riallineare i denti in modalità che non siano visibili da osservatori esterni.

Di norma, l’ortodonzia invisibile è la soluzione più apprezzata per pazienti adulti che, in presenza del classico apparecchio per i denti a fili metallici, si trovano a sperimentare imbarazzo nelle relazioni personali o professionali. Tali apparecchi, infatti, anche se divenuti sempre più discreti con il progredire delle tecnologie ortodontiche, risultano sempre visibili perché posizionati sulla superficie esterna dei denti (quantomeno nella maggior parte dei casi, poiché esistono apparecchi a fili metallici che possono essere collocati all’interno dell’arcata dentale).

L’obiettivo dell’ortodonzia invisibile è esattamente identico a quello dell’ortodonzia tradizionale, ossia riallineare i denti nel caso di sovraffollamento dentale, eccessiva distanza tra i vali elementi o, in alcune circostanze, problematiche di morso inverso o crociato.

Le mascherine invisibili per i denti

La principale tecnica utilizzata nell’ambito dell’ortodonzia invisibile comporta l’applicazione delle cosiddette mascherine invisibili: un esempio è rappresentato dall’ormai celebre apparecchio ad allineatori trasparenti [link ad articolo precedente], considerato l’apparecchio per i denti invisibile per antonomasia.

È interessante notare che le mascherine invisibili sono nate con l’obiettivo di poter garantire sistemi di riallineamento dei denti anche a pazienti adulti che, durante l’infanzia o l’adolescenza, non hanno indossato l’apparecchio o che non hanno visto la loro problematica risolta con metodologie tradizionali. In buona sostanza, l’ortodonzia invisibile è spesso la soluzione più utilizzata per pazienti adulti che devono indossare un apparecchio per i denti ma, al contempo, non vogliono sperimentare il classico discomfort che si può accompagnare alle tradizionali soluzioni con fili metallici.

Nel paziente adulto, chiaramente, la bocca si presenta in modo molto diverso rispetto a quella di un bambino o di un adolescente: non soltanto è completamente sviluppata, ma può presentare anche ponti, elementi dentali assenti o corone. In generale, dunque, i trattamenti di riallineamento possono rivelarsi più complessi.

L’ortodonzia invisibile non soltanto permette di ottenere i risultati desiderati e, nel caso di tecnologie evolute, anche di definirli a priori grazie a sistemi computerizzati di ultima generazione che permettono di osservare come il sorriso si presenterà al termine del trattamento. Le mascherine invisibili risolvono infatti anche l’annoso problema estetico che rappresenta il principale “difetto” degli apparecchi per i denti classici.

Le mascherine invisibili, chiamate anche aligner o allineatori, sono manufatti molto comodi, completamente trasparenti e rimovibili nel momento in cui il paziente mangia o si lava i denti. Questo grande vantaggio non soltanto permette di mantenere le mascherine sempre pulite, ma facilita anche il consumo dei pasti e le normali operazioni di igiene orale domiciliare.

Le mascherine invisibili sono progettate ad hoc sulla bocca di ciascun paziente, in un numero variabile a seconda della durata del trattamento, che può estendersi mediamente dai sei ai quindici mesi. Andranno sostituite ogni due settimane, man mano che i denti si muovono nella loro posizione corretta, fino al raggiungimento del risultato preventivato in fase di analisi preliminare con l’ausilio di un sistema di imaging tridimensionale.

E l’apparecchio linguale?

Nell’ambito dell’ortodonzia invisibile si sente spesso parlare anche di apparecchio linguale, talvolta non soltanto come alternativa al classico apparecchio per i denti, ma anche alle mascherine trasparenti. In questo caso sarebbe però più corretto parlare di ortodonzia linguale, che permette di risolvere casi di disallineamento anche grave con l’ausilio di un apparecchio fissato ai denti con un filo metallico ma in assenza di attacchi.

Tuttavia, è importante sottolineare che questo tipo di soluzione potrebbe non essere ideale per risolvere ogni problematica, che andrebbe pertanto valutata singolarmente con il supporto di specialisti dedicati.

Desideri scoprire di più sull’ortodonzia invisibile e su mascherine invisibili? Chiedi subito un check-up presso una delle sedi IMI-EDN!

Informazioni sull'autore

Scrivici per fissare un appuntamento
Torna su