Sistemare i denti storti senza apparecchio è davvero possibile?

denti storti e la conseguente insoddisfazione verso l’aspetto del proprio sorriso colpiscono all’incirca il 50% delle persone. Generalmente, le persone insoddisfatte del proprio sorriso tendono a mascherarlo o nasconderlo.

L’autostima di una persona pare passi proprio dall’estetica del suo viso ed in primis da quella della bocca: ecco dunque la necessità che questa sia in ordine, sana e in perfette condizioni. Questo fattore diventa di imprescindibile importanza soprattutto negli adulti che, quotidianamente, hanno la necessità di rapportarsi a livello sociale con colleghi, clienti, conoscenti, amici, familiari.

Il disagio dato dalla presenza di denti storti non è indifferente e, come già detto in un nostro precedente articolo, può andare a influire sulla sfera sociale e sulle relazioni interpersonali. Non si tratta inoltre soltanto di una problematica che condiziona l’estetica dell’individuo, ma anche la funzionalità della bocca, poiché la presenza di denti storti può influire negativamente sulla masticazione e persino sulla fonazione, oltre che favorire la formazione di tartaro e lo sviluppo di gengiviti, piorrea ed alitosi.

Ad oggi, il problema dei denti storti affligge un gran numero di persone. Questa condizione è causata da differenti fattori, quali il sovraffollamento dentale, il cattivo posizionamento degli elementi dentali, la perdita precoce dei denti da latte, e naturalmente la parodontite.

La soluzione più utilizzata per rimettere al loro posto i denti storti? L’apparecchio ortodontico!

L’apparecchio dentale: perché gli adulti non lo tollerano

L’apparecchio ortodontico è un dispositivo medico in grado di allineare i denti al fine di ottenere un sorriso bello da vedere, una masticazione corretta e una rinnovata ed ottimale igiene orale.

Se si desiderano denti dritti e perfetti, questo strumento rappresenta senza ombra di dubbio un aiuto indispensabile. Se però nei pazienti più giovani l’apparecchio – fisso o mobile che sia –  può essere relativamente ben tollerato, per quanto riguarda gli adulti il discorso cambia e accettare questa soluzione potrebbe non essere così semplice.

Il disagio dato dalla necessità di indossare un apparecchio per un adulto può essere legato a molteplici fattori:

  • L’averlo già indossato da bambino ed essere pertanto vittima di una recidiva ortodontica
  • La difficoltà nel relazionarsi con le altre persone
  • La presenza di problemi di fonetica successivi all’applicazione dell’apparecchio
  • L’imbarazzo e la conseguente perdita di autostima

L’apparecchio dentale è realmente indispensabile per risolvere il problema dei denti storti?

La risposta a questa semplice domanda dovrebbe essere valutata attentamente caso per caso, ma in linea di massima è sì: per risolvere la problematica dei denti storti, l’apparecchio ortodontico rappresenta ancora oggi la soluzione migliore e che garantisce la maggior probabilità di successo.

È però importante precisare che, in alcuni specifici casi, è possibile intervenire sulla bocca del paziente con la cosiddetta ortodonzia invisibile, ovvero con particolari apparecchi linguali senza attacchi, praticamente impercettibili alla vista per coloro che ci osservano.

La particolarità di queste soluzione sta nell’attacco, che si trova in un’area completamente nascosta in prossimità della superficie interna dei denti. Inoltre, questi apparecchi sono in genere sottilissimi, e non vanno dunque a intaccare né la fonetica né l’aspetto estetico della persona che li utilizza.

Il disagio dei denti storti può quindi essere superato grazie all’ortodonzia linguale senza attacchi, idonea alla risoluzione di pressoché qualunque tipologia di disallineamento.

Affidati ad un professionista come IMI-EDN per ricevere ulteriori informazioni in merito agli apparecchi invisibili, grazie ai quali potrai tornare a mostrare un sorriso davvero invidiabile!

Informazioni sull'autore

Scrivici per fissare un appuntamento
Torna su