I professionisti della parodontite

Nevralgia ai denti

Excellence Dental Network

Cos’è la nevralgia ai denti

La nevralgia è un dolore breve, acuto ed intenso (simile a scosse elettriche), riferito in conseguenza ad una patologia del nervo.

Esso viene avvertito dal soggetto affetto nelle zone ove hanno fine i percorsi nervosi.

Prenota una visita

Test di autovalutazione

Virtual Tour

heading

La nevralgia trigeminale

Nel caso in cui questo dolore viene avvertito nella zona facciale, la nevralgia è conseguente ad un danno della branca del nervo trigemino.

La sintomatologia dolorosa può essere dunque avvertita nelle zone in cui i nervi trigeminali terminano: occhi, labbra, naso, cuoio capelluto, fronte, aree cutanee esterne, mucose interne di mandibola e mascella, e denti.

Si stima che circa 1 persona ogni 10.000 soffra di nevralgia del trigemino e spesso i soggetti più colpiti hanno oltre 40 anni.

  • Dolore dentale da nevralgia trigeminale

 

Benché l’insorgenza del dolore sia solitamente breve, la nevralgia trigeminale innesca un processo talmente intenso da diventare alquanto debilitante e difficilmente gestibile, sia dal punto di vista fisico che emotivo.

Nel caso si avverta a livello dentario, esso può mimare un comune “mal di denti”. Possiamo avere difficoltà alla masticazione, a lavare i denti, a dissetarsi, perché spesso il dolore è accentuato da un atto naturale e spontaneo come un sorriso o lo sfioramento della guancia.

Cause della nevralgia ai denti

  • Tra le cause strutturali, il danneggiamento della guaina mielinica (guaina di protezione che isola il nervo) induce gli impulsi elettrici che ci viaggiano ad essere irregolari o eccessivi, attivando regioni algogene o disattivando regioni inibitorie del dolore nel cervello.
  • Il danno può essere causato da un rigonfiamento del vaso sanguigno (aneurisma) o da un decorso anomalo di quest’ultimo che comprime il nervo trigeminale. Questa anomala compressione, con il protrarsi del tempo, comporta una irritazione continuativa sul nervo che infiammandosi innesca dolore.
  • Un’altra causa potrebbe essere un invecchiamento fisiologico che provoca una maggiore lassità dei vasi sanguigni, i quali possono adagiarsi sui nervi e provocare la sintomatologia algica.
  • Specialmente nei più giovani, il danno al nervo trigeminale può essere una conseguenza della sclerosi multipla la quale comporta un deterioramento progressivo della guaina mielinica.
  • La presenza di una massa tumorale può analogamente deteriorare la guaina mielinica o comprimere il nervo, portando alle sintomatologie descritte.

 

Il fuoco di Sant’Antonio, causato dallo stesso virus della Varicella (Herpes Zoster), può colpire i nervi trigeminali portando alla nevralgia.

Rimedi nevralgia ai denti

Il trattamento della nevralgia può essere farmacologico e/o chirurgico.

  • Nella maggior parte dei casi la nevralgia del trigemino può essere trattata con dei farmaci che mirano a calmare ed eliminare la sintomatologia dolorosa (clonazepam, fenitoina, lamotrigina, ossicodone, gabapentin, pregabalin, morfina, codeina, fentanil e carbamazepina)
  • Se i farmaci non sono tollerati o non sono efficaci, si deve ricorrere al trattamento chirurgico. La terapia chirurgica prevede tecniche come alcune procedure percutanee poco invasive (la termorizotomia trigeminale a radiofrequenza) o interventi più invasivi di decompressione microvascolare.

heading

Contattate subito gli specialisti di Excellence Dental Network per una consulenza, una diagnosi o una terapia studiata su misura delle vostre esigenze.

Per maggiori informazioni o prenotare una visita

Chiamaci allo 800 090 106