Come curare la parodontite con il laser

Gli studi dentistici partner del marchio IMI-EDN si caratterizzano per un approccio diagnostico innovativo, che si avvale della radiologia digitale, di sofisticate metodiche di biologia molecolare e per l’altissimo livello di integrazione delle nuove tecnologie come il laser ad alta potenza e il microscopio operatorio, utilizzato obbligatoriamente in tutte le fasi di lavoro.

I nostri centri odontoiatrici trattano tutte le patologie dell’apparato odontostomatologico, in particolare siamo specializzati nel trattamento non chirurgico e quindi non invasivo della malattia parodontale, denominata comunemente piorrea.

La parodontite è un’infezione batterica che colpisce i tessuti di supporto del dente: osso, legamento parodontale, cemento radicolare e gengiva. La nostra terapia si basa sulla comprovata efficacia del laser nella cura della parodontite. La Parodontosi, se non viene trattata, causa una progressiva distruzione del collegamento tra la radice dei denti e l’osso alveolare, causandone il riassorbimento: questo processo infiammatorio porta, nelle fasi più avanzate, alla perdita dei denti.

Il primo stadio della parodontite è la gengivite, un’infiammazione che si manifesta con arrossamento, gonfiore e sanguinamento delle gengive. La gengivite è una patologia orale spesso sottovalutata e dunque non curata adeguatamente. Questa leggerezza nell’approccio ai problemi delle gengive conduce allo sviluppo della parodontite. I segni che accompagnano la malattia sono:

  • recessioni gengivali (le gengive si abbassano scoprendo la radice dei denti),
  • alitosi persistente,
  • sensibilità al caldo e al freddo,
  • il cambiamento di posizione dei denti e la loro mobilità.

Informazioni sull'autore

Scrivici per fissare un appuntamento
Torna su