[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Attività 1.5.a e 1.6 – Bando Unico R&S – Anno 2012

Le cliniche EDN e l’istituto Microdentistry hanno partecipato al progetto REOSS.

 Scopo della ricerca è  lo sviluppo di un biomateriale (e la macchina per produrlo), sostitutivo dell’osso (scaffold) che abbia caratteristiche superiori e innovative rispetto quelli attualmente disponibili sul mercato e comunemente utilizzati da medici odontoiatri, chirurghi maxillo-faciali e chirurghi ortopedici.

La gestione dei difetti ossei derivati da infezioni del cavo orale (parodontiti, perimplantiti, e lesioni endodontiche non trattabili) o da interventi di resezione per neoplasie  può essere complicata e molto spesso esitare in una guarigione di tipo cicatriziale piuttosto che in una di tipo rigenerativo in cui il tessuto osseo mantenga volumi minimi necessari ad una corretta riabilitazione protesica.

I biomateriali disponibili presentano una serie di limiti, alcuni legati alla provenienza (umana da cadavere, o animale, bovina equina suina etc,) altri alla biocompatibilità, capacità di imbibizione e tempistica di turnover, altri alla plasticità, peso specifico, coefficiente di bagnabilità e porosità.

La produzione di un nuovo scaffold osseo, totalmente di sintesi, che deve avere dimensioni medie di 200/300 µm per favorire la penetrazione di vasi e cellule di dimensioni superiori alla media quali gli osteoclasti e  che deve essere completamente riassorbibile in un arco di tempo di 6/9 mesi.

Partner del progetto di ricerca insieme alle Cliniche EDN:

Ecopol srl, Consorzio INSTM 

Università di Pisa (Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale)

Università degli Studi di Firenze (Dipartimento di Chirurgia e Medicina Traslazionale)

Fabrica Machinale

Progetto Reoss

progetto REOSS

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]