Cause della perdita dei denti

EXCELLENCE DENTAL NETWORK

Prenota una visita

Chiama il numero verde

Home » Piorrea parodontite » Cause della perdita dei denti

Perdita dei denti: un trauma estetico ma non solo

Un bel sorriso è una finestra sul mondo, oltre che un biglietto da visita importantissimo. Avere un sorriso smagliante ci permette di essere più aperti verso gli altri e più sicuri di noi stessi.

La perdita dei denti può quindi rappresentare un vero e proprio trauma, dal momento che ci compromette dal punto di vista estetico. Ma non si tratta di un’evenienza che va ad inficiare solo i canoni di bellezza: la perdita dei denti è sicuramente un campanello d’allarme che ci avvisa di alcune patologie in atto, o che può provocarle.

Una perdita parziale dei denti causa prima di tutto uno squilibrio nella conformazione del cavo orale, generando malocclusione – ossia l’incapacità di chiudere la bocca in maniera corretta. La malocclusione, a sua volta, può essere causa di alcuni disturbi come cefalee e vertigini. Certamente, inoltre, provoca anche un aumento dell’accumulo di placca e tartaro, innescando una reazione a catena che può portare ad infiammazioni del cavo orale.

In secondo luogo la perdita dei denti causa difficoltà nella masticazione, dando luogo a condizioni ideali per l’indebolimento e il sanguinamento delle gengive.

Malattia Parodontale

Test di autovalutazione

Test di autovalutazione

Cosa provoca la perdita dei denti?

Quali sono i fattori che influenzano e provocano la perdita dei denti?

Una delle principali patologie che comporta, in casi estremi, anche la perdita totale dei denti è la parodontite, anche conosciuta come piorrea. Si tratta di un’infiammazione del parodonto, che causa la formazione di tasche gengivali nelle quali tendono ad accumularsi più facilmente residui organici. L’infiammazione provoca la mobilità del dente, con sanguinamento gengivale e conseguente perdita dell’elemento dentale.

La parodontite o piorrea ha molteplici cause. Tralasciando il fattore genetico che può incidere molto sulla manifestazione della patologia, essa può insorgere anche a causa di alcune cattive abitudini. La prima causa di questa malattia è ovviamente il fumo, a cui seguono l’abuso di alcool e zuccheri.

La parodontite può derivare poi da una scarsa o scorretta igiene orale, che contribuisce alla formazione di placca e tartaro. Anche la gengivite, un’infiammazione del tessuto gengivale, che si manifesta con sanguinamenti anche copiosi, se non curata può degenerare e trasformarsi in piorrea.

Come fare allora ed evitare la perdita dei denti? Come evitare l’insorgere di questi fastidiosi e deleteri disturbi?

La prevenzione passa in primo luogo attraverso una corretta igiene orale.

Non viene purtroppo prestata sempre particolare attenzione a quante volte al giorno andrebbero lavati i denti né al metodo in cui sarebbe opportuno lavarli.

I denti vanno spazzolati facendo attenzione a rimuovere i detriti di cibo che si depositano nelle attaccature. È poi necessario utilizzare con costanza il filo interdentale e un collutorio di buona qualità.

Insieme a una corretta igiene orale si dovrebbe poi evitare il tabacco, che incide notevolmente sulla formazione del tartaro.

Anche una corretta alimentazione può aiutarci a prevenire la perdita dei denti: scientificamente provati sono i benefici apportati al cavo orale da un’alimentazione ricca di vitamine, in particolare della vitamina C. Consumare cibi che contengono acido fosforico, come ad esempio il pesce, comporta poi numerosi benefici per i nostri denti. L’acido fosforico è infatti noto per le sue proprietà antisettiche e antibatteriche e grazie a questa sua caratteristica aiuta a mantenere puliti i denti, evitando in questo modo l’insorgere di patologie. Anche gli alimenti che contengono fermenti lattici, come ad esempio lo yogurt, possono essere un’arma fondamentale nella lotta alla perdita dei denti.

Per evitare il deleterio accumulo di placca e tartaro, infine, si dovrebbe ricorrere periodicamente allo sbiancamento dentale e alla pulizia dei denti. Questa tecnica sta diventando sempre più diffusa, ed è molto utile per combattere la placca e il tartaro, assieme a tutte le patologie da esse provocate.

Tuttavia, nel caso in cui si sia già affetti da parodontite, potrebbe essere difficoltoso eseguire uno sbiancamento a causa dell’elevata sensibilità dei denti. Lo sbiancamento dentale serve unicamente alla prevenzione della parodontite, e nel caso la patologia sia già in atto bisogna prima rivolgersi a specialisti della parodontite, come le cliniche Excellence Dental Network, per una diagnosi accurata e corretta e una terapia personalizzata.

Prenota una visita ora!

Nel caso di disservizio del numero verde verrà inviato un sms informativo

©2020 Prevenzione e Servizi Sanitari Srl | P.IVA 05723190483 - Isc.rea FI-569491 - Cap.soc. 50.000 i.v. | All rights reserved | SEO by Naxa